1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Ridurre i consumi, che ne pensate?

Discussione in 'Discussioni generiche Hyundai' iniziata da MasterPc, 22 Ott 2007.

  1. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Questa sarà senza dubbio una discussione particolare...

    Premetto: non credo giovi a nessuno affermare cose del tipo "non funziona, punto" oppure "sono tutte cavolate, chiudiamo qui".

    Una discussione serve per dare la propria opinione e confrontarsi, dando il proprio punto di vista... senza dei giudizi sterili come quelli sopra in esempio e spero sia costruttiva per tutto il forum.

    Io stesso ho cercato di avere una mente aperta e ho affrontando per primo questo argomento e da tempo stò studiando e testando gli effetti dell'uso dei dispositivi Econogreen, sistemi non magnetici che sembrano reagire sul carburante, tanto che ogni tanto mi scappa di venderne qualcuno, benchè spesso, quando posso, faccio più prove che vendite... o la vendita dopo la prova, per lo meno a chi me lo chiede vicino a casa mia...

    Ho iniziato 1 anno e mezzo fa, a mie spese, dei test nel club Shark di hyundai coupe provandola su un coupe 1,6 del 1997 che faceva i 10km/litro portando l'autonomia a circa 12,5/13 km/litro dopo circa 2500-3000km, e adesso sono passati circa 14.000km da allora...
    Le prestazioni, inoltre, sono andate migliorando aumentando molto ai bassi e anche nello 0-100 puro di circa 0,5-0,7sec.

    Poi ho iniziato a montarne un pò, nel mio storico sono circa una trentina, e chi + chi meno mi hanno dato i soliti risultati.

    Ultimamente stò attendendo i risultati di una Getz 1300cc (che mi dicono consumi meno e va meglio ma non sono riuscito a sapere per bene quanto) e di una coupe 1600cc del 2001 con 105cv.

    Da quello che ho potuto vedere (e che cerco di salvare come storico fotografico e di risultati nel mio sito) Econogreen stà dando dei risultati interessanti...

    Tuttavia ho visto, interessandomi molto all'argomento che anche qualche dispositivo magnetico riesce a dare qualche risultato... però ho letto che questi dispositivi danno spesso insuccessi.

    Tra le cose che ho trovato ci sono state anche delle pillole americane che sono dei veri e propri additivi di ottani e ossigenatori (credo) che riescono a migliorare le prestazioni ed i consumi di un 5-15% (variabile a seconda delle auto e dei dosaggi, che sono spesso imprecisi).

    Invito, quindi, in questa sezione, a dire la sua esperienza (visto che in un altro topic ho letto di una "super-Accent" che consuma veramente poco) con dispositivi simili o diversi che hanno dato un risultato più o meno reale.

    Che ne dite di affrontare l'argomento?
    Sarebbe interessante sapere, chi ha provato, il tipo di dispositivo o additivo ed i risultati ottenuti in modo da informare gli altri che su quel modello con quel dispositivo si è arrivati ad un determinato risultato, più o meno positivo e ovviamente discutere sulla cosa...

    Risparmiare non è una cosa brutta oggigiorno... :)

    Ciauz :)
     
  2. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ciao! Sono Artek della Super Accent.
    Ho acquistato la mia auto nuova nel maggio 2003, modello appena uscito. L'ho pagata 8540 euro con incentivo rottamazione di 1500 euro. Ho cominciato ad elaborarla ad ottobre dello stesso anno perchè lessi un articolo sulla Digital Tuning che parlavano di elaborazioni di centraline... e che aumentando la potenza e la coppia diminuivano i consumi! Ad ottobre dello stesso anno feci la modifica alla centralina. Poi montai le gomme Michelin Energy. Nel 2004 misi Ceramic Power Liquid nel motore (facendomi subito risparmiare circa il 15% sui consumi). Quest'anno provai Saving & Power, il magnete da mettere attorno al tubo carburante. Visto che funzionava l'ho sostituito col più potente Tecnoairclean, quello che passa attraverso il tubo (bisogna tagliare il tubo del carburante). L'ho fatto montare dal mio meccanico. Quest'ultimo non diede subito evidenti risultati. Dovetti aspettare 3-4 mesi. Ora mi fa risparmiare un altro 10%, che unito al 10% dei pneumatici e centralina fanno si che la mia auto percorra di media oltre i 19 km con un litro di benzina a 98 ottani, quando nel 2003 ne facevo 12 con quella normale. Nel 2006 ho persino montato i cerchi in lega da 15" con gomme Michelin Energy 185/55. Questi cerchi sono larghi 7" ed hanno allargato in fuori le ruote di un paio di cm. per lato. Ora ha una tenuta di strada da vera sportiva. Questo ha aumentato leggermente i consumi, altrimenti sarei già ai 20 kml.Nel 2005 ho abbassato l'assetto di 35 mm. e montato una presa d'aria sul cofano ed uno spoiler. Le foto le potete vedere nella sezione dedicata appunto alle foto delle auto degli iscritto, nell'argomento Accent GT.
    Dal 2004 ad oggi ho messo, ad ogni cambio d'olio, l'olio full sintetico. Dal 2005 uso solo benzina a 98 ottani. Tra le altre modifiche che ho fatto: nel 2004 ho messo il filtro dell'aria sportivo, e ceramic power liquid anche nell'olio del cambio. Adesso faccio cambiate rapidissime, quasi come la Ferrari 430 ultraleggera!!! Scherzo!
    Sai che rabbia hanno gli autisti di Focus TDI o Seat Leon TDI 130 cv. o Audi 2.0 TD che mi arrivano da dietro a tutta birra e mi superano ma poi, piano piano, vedono negli specchietti che mi riavvicino, allora "sparano" a tutto gas per seminarmi ma... la mia modesta Accent continua ad avvicinarsi e gli si affianca tranquilla e li supera lasciandoli a bocca aperta (e rabbia).. Pensando che un'auto di metà valore o meno, snobbata dai media, considerata di poco valore li ha risuperati! E loro stavano andando al massimo!
     
  3. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Alla faccia dei consumi!!! Bellissimo

    Tecnoairclean è stato tra i più bistrattati e "sput..." (non si può dire)... ma in molti hanno guadagnato qualcosa.

    Ps: tra altre soluzioni ho conosciuto un ragazzo per via forum che riscaldava la benzina (non so come facesse) e che gli faceva consumare un pò meno.

    Tuttavia scaldarla vuol dire anche perdere un pò di potenza... per la potenza occorrerebbe "GHIACCIARLA" quasi...

    Ciauz :)
     
  4. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ...E siccome i prezzi dei carburanti continuano a salire, io continuo a cercare strade per consumare MENO.

    Stavo pensando di provare ad aggiungere anche l'Econogreen, ma temo che possa infastidire il Tecnoairclean...

    Tu che mi suggerisci (considerando che devo spendere altri 200 euro circa...)?
     
  5. DRIVERSUPERCHARGED

    DRIVERSUPERCHARGED New Member

    Registrato:
    18 Ott 2007
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Un inchiesta di quattroruote effettivamente ha constatato l'inefficienza di questi dispositivi magnetici e delle pillole additive...che sia solo un problema di chilometraggi? Non saprei, tuttavia a detta dei collaudatori la spesa e' inutile.
    E' lecito invece pensare che sia un lavoro di qualita' sulla centralina (in termini di rimappatura) magari abbinato ad un miglioramento attuato sul sistema di aspirazione del propulsore a far diminuire effettivamente i consumi e ad attestarli su valori buoni.

    DRIVERSUPERCHARGED
     
  6. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    E' vero... infatti i magnetici non danno molti risultati se non in casi particolari.
    La testimonianza di Artek ne è una.
    L'econogreen non è magnetico e diverso dagli altri... contiene una minima parte magnetica a seconda del modello ma gli effetti l'ho constatati facendo molte prove, sia dei fumi (che sono da sgranare gli occhi) sia nei consumi che, qualcuno l'ha fatte ma non io che non ho da spenderci, anche con il banco a rulli.

    Ultimamente l'ho installato su una nissan 350z (3500 aspirato da 300cv) e sia i consumi che gli inquinanti sono paurosamente calati!
    Mi devono mandare gli stampati delle prove dei fumi e anche la rullata.

    Quattroruote ha fatto le prove con tecnoairclean... e guardando il video sembra che non abbiano fatto bene tali prove...
    Cmq le prove andrebbero fatte prima a motore originale (dei fumi) e dopo almeno 2000-2500 km con il dispositivo installato.

    Artek, non ho proprio idea se montando anche l'econogreen hai un risultato... in azienda feci una domanda: se monto 2 econogreen che succede? mi dissero di non farlo perchè non era un bel lavoro... i magnetini, se pur piccoli, hanno visto che si ostacolano tra loro nel trattamento.
    Meglio montarne uno + grande che due piccoli, che, oltre a costare molto meno funziona meglio.
    Essendo un magnete abbastanza intenso, il tecnoairclean, non vorrei facesse lo stesso effetto con l'econogreen... a meno che non installi prima del tecnoairclean l'econogreen... dovrei chiedere.

    Ciauz :)
     
  7. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Ps: cmq anche se li vendo... se uno decidesse è meglio rimappare secondo me. :)
    Se l'auto ha una mappatura schifosa, la rimappatura ad hoc non può che portare esagerati risultati anche sui consumi!
    Almeno sui benzina aspirati.

    Se non si vuol rimappare, può essere una valida alternativa...

    Almeno per i modelli sui quali l'ho installato...

    Altrimenti una soluzione particolare è riscaldare la benzina... un pelo meno potenza ma la resa in economia c'è.
    Oppure ancora usare una miscela di alcool a 95°... ma va visto quanta percentuale il modello può sopportare.

    Ciauz :)
     
  8. DRIVERSUPERCHARGED

    DRIVERSUPERCHARGED New Member

    Registrato:
    18 Ott 2007
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Giustamente, piu' che corretto!
     
  9. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Ps: non ho idea di come si può riscaldare la benzina... ne di come, un conoscente che mi ha detto dei risultati, l'abbia fatto...
    Tuttavia avrei un pelo di timori a riscaldare la benza...

    Ciauz :)
     
  10. DRIVERSUPERCHARGED

    DRIVERSUPERCHARGED New Member

    Registrato:
    18 Ott 2007
    Messaggi:
    9
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    E che sci vuoleAOH metti no Ztoppino asscieso indarlo serbetoio e vai...eh eh..
     
  11. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ...Allora mi ritengo fortunato! Sembra che sia l'unico ad essere riuscito a risparmiare nel complesso circa il 40% di carburante... Ho fatto un bel lavoro!

    Credo non installerò l'econogreen, cercherò altri sistemi che non interferiscano con il Tecnoairclean. Non vorrei fare strani esperimenti a mie spese! Oltretutto ho già speso molto per elaborare la mia auto (oltre 3000 euro).

    Grazie.

    P. S. Comunque la mia prossima auto sarà elettrica (o almeno ibrida con la possibilità di usare solo l'elettrico per almeno 100 km.)... - Il massimo del risparmio!!! -
     
  12. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Ho appena acquistato le mie prime mpg-caps!!! Spero di non rovinare tutto mettendo anche queste nella benzina 98 ottani (Che è quella che uso sempre). Temo che TROPPI sistemi di risparmio combinati possano produrre danni... Ma spero di arrivare presto a percorrere 22 kml!!!
     
  13. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Può essere che ce la fai... le pillole danno almeno un 4% di risparmio...
    Tuttavia la tua è già molto ottimizzata.... cmq facci sapere cosa vien fuori, hai un mix di soluzioni veramente buone.

    Ps: che modifiche hai fatto nel dettaglio?
    Ciauz :)
     
  14. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Le modifiche estetiche che ho fatto sono visibili nella sezione: auto degli iscritti - Accent GT - che sono: presa d'aria sul cofano (tipo Mitsubishi Lancer evo VII), spoiler posteriore, abbassamento di 35 mm. dell'assetto e cerchi in lega da 15"x7" (il massimo omologato per quest'auto). Poi ho messo adesivi vari ed una lampada rossa all'interno della presa d'aria (così che al buio si vede una luce rossa dentro il cofano!).
    Le foto le potete vedere su: "auto degli iscritti" - Hyundai Accent GT
     
  15. MasterPc

    MasterPc GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium

    Registrato:
    29 Ago 2007
    Messaggi:
    7.149
    "Mi Piace" ricevuti:
    2.418
    Provincia:
    Pisa PI
    Auto ed Allestimento:
    Coupe Turbulence 1600cc
    Scusa la tarda risposta... ero malato.
    Per modifiche motoristiche non hai fatto niente, oltre alla centralina?

    Al caso posso suggerirti, se non stai in alta montagna, di guardare se hai il riscaldamento sulla farfalla, che nelle coupe e in molte altre auto c'è.
    In Italia, visto le temperature, non può dar noie e mantiene freddo metà del canale di aspirazione.
    E' a costo zero, migliora la risposta ad auto calda, e ottimizza l'aria in ingresso.
    E dato che ci si mette le mani una bella pulita dalle morchie non fa per niente male :)
    Magari non guadagni niente ma migliori in fluidità :)
    Ciauz :)
     
  16. Zotto

    Zotto Member

    Registrato:
    18 Set 2007
    Messaggi:
    491
    "Mi Piace" ricevuti:
    16
    Provincia:
    Varese VA
    Auto ed Allestimento:
    Ex prop.Sonica V6 GPL
    Gente, non voglio essere assolutamente polemico, ma per me tutti questi sistemi per risparmiare sono solo un placebo: il sistema migliore per risparmiare è stare col piede leggero e guida fluida il più possibile, evitando di usare il freno.
    Eventualmente, a quel che leggevo sul libretto di istruzioni della mia, possono essere utili certi oli dell'ultima generazione meno viscosi (ma occhio poi a non voler fare gli "sportivi", perchè reggono meno le alte temperature), specifiche A5 e gradazione 5W30 o 0W30.
     
  17. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    ... Per fortuna che c'è un PLACEBO che mi fa risparmiare il 50%... fino a SUPERARE i 19 kml. con una Accent!

    Hai voglia, caro Zotto, a stare leggero col piede fino a superare la soglia dei 19 kml!

    Guidando allo stesso modo di sempre, mi sono portato dai 12 ad oltre 19 kml. ed ora sto per superare i 20....

    Io ho sempre avuto il piede molto leggero, da fatina, e faccio le curve velocemente proprio per risparmiare (dovendo poi riaccelerare di meno)... Da 20 anni guido in maniera da risparmiare... Infatti, se ti informi in giro, gli altri che hanno la mia stessa auto dichiarano percorrenze di 9-9,5 kml!!! Sto già consumando la metà di loro... e non è ancora finita!!!

    GRAZIE PLACEBO!?!
     
  18. Artek

    Artek Member

    Registrato:
    21 Ott 2007
    Messaggi:
    324
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Zotto, rivedi quello che hai scritto: stai facendo una bruttissima figura e dimostri di non ricercare la VERITA' ma solo di sparlare di chi invece la verità la cerca.
    Invece di scrivere bacate, prova uno di questi metodi di risparmio e poi dicci se non hanno funzionato...
    Forse sei uno di quelli che vuole far guadagnare bene ai benzinai...
    Proprio l'altroieri ho proposto ad un collega di lavoro le mpg-caps che sto provando da alcuni giorni, ma lui mi ha risposto che non vuole risparmiare... deve aiutare l'addetto al rifornimento di benzina perchè è un suo parente!!!
     
  19. Zotto

    Zotto Member

    Registrato:
    18 Set 2007
    Messaggi:
    491
    "Mi Piace" ricevuti:
    16
    Provincia:
    Varese VA
    Auto ed Allestimento:
    Ex prop.Sonica V6 GPL
    Gente, buon per voi se risparmiate, il mio dubbio rimane, perché non vedo una spiegazione scientifica reale dietro certi prodotti, e, secondariamente, se veramente funzionano, perché nessuna casa le monta di serie? Venderebbe un sacco....
     
  20. ganassa

    ganassa Member

    Registrato:
    17 Set 2007
    Messaggi:
    267
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Provincia:
    Milano MI
    Auto ed Allestimento:
    Hyundai 1.4 Active
    Attenzione alla pubblicità ingannevole:

    L'AUTORITA' GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO



    NELLA SUA ADUNANZA del 13 giugno 2002;

    SENTITO il Relatore Professor Marco D’Alberti;

    VISTO il Decreto Legislativo 25 gennaio 1992, n. 74, come modificato dal Decreto Legislativo 25 febbraio 2000, n. 67;

    VISTO il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole, di cui al D.P.R. del 10 ottobre 1996, n. 627;

    VISTI gli atti del procedimento;

    CONSIDERATO quanto segue:


    1. Richiesta di intervento

    Con richiesta di intervento pervenuta in data 12 dicembre 2001, la società A-Team Srl, in qualità di concorrente, ha segnalato la presunta ingannevolezza, ai sensi del Decreto Legislativo n. 74/92, di due inserzioni pubblicitarie apparse rispettivamente sulle riviste Autokit, prima edizione inverno 2001 e Elaborare, settembre 2001, nonché delle affermazioni pubblicitarie apparse sul sito Internet www.ecoceramicplus.it in data 15 novembre 2001, relative al prodotto Eco Ceramic Plus.
    Nella suddetta richiesta si sostiene che la pretesa unicità del prodotto ed i risultati conseguibili con il suo uso non sarebbero veritieri. Inoltre, l’utilizzo dell’abbreviazione “eco” farebbe erroneamente ritenere al consumatore che il prodotto abbia proprietà ecologiche.


    2. Messaggi

    Il messaggio pubblicitario apparso sulla rivista Autokit, prima edizione inverno 2001, riporta le seguenti affermazioni: “Eco Ceramic Plus, unico trattamento per motori a base di ceramica liquida. Non contiene polveri-Dura 70.000 Km.-15 vantaggi immediati per un risparmio del 30%. 100 Km in più al pieno!”. A caratteri più ridotti, viene altresì indicato: “Lo dicono i nostri clienti: Sono Davide Cornaglia-Autosalone Panero di Fossano (CN)-ho usato Eco Ceramic Plus su una Golf 1600 TD ed ora percorre 100 Km in più al pieno. Tel. [...]. Sono Gianfranco Marasco -Autoric. Marasco di S. G. in Fiore (CS)- ho usato Eco Ceramic Plus su una Fiat Uno 1300 D ottenendo un incremento di 115 Km al pieno. Tel. [...]-Sono Roberto Hopgood- Autoacc. H.R. Motorsport di Eboli (SA)- ho usato Eco Ceramic Plus su una Peugeot 306 1400 B ottenendo un incremento di 150 Km al pieno. Tel. [...]”.
    L’inserzione pubblicitaria contiene altresì la raffigurazione dei prodotti recanti il marchio Eco Ceramic Plus, ciascuno dedicato ad un tipo di motore, e l'indicazione dei distributori del prodotto e della società produttrice.
    Il messaggio pubblicitario diffuso sul mensile Elaborare, settembre 2001, contiene le seguenti affermazioni: “Eco Ceramic Plus. Fai felice il tuo motore usa Eco Ceramic Plus [...] l’unico a base di ceramica liquida. 15 vantaggi [...] per un risparmio del 30%”. I menzionati vantaggi vengono elencati a caratteri minuti: “Riduzione dell’usura su tutti gli organi meccanici. Maggiore elasticità del motore. Riduzione della rumorosità. Assenza di sostanze nocive nei gas di scarico. Partenza a freddo con motore sempre lubrificato. Motore lubrificato anche in caso di rottura della coppa dell'olio. Migliore inserimento delle marce. Aumento della potenza in cavalli. Aumento del chilometraggio a parità di carburante. Riduzione del consumo dell’olio. Allunga il cambio dell'olio (ca. 5.000 Km). Riduzione della temperatura dell'olio. Meno resistenza sulla batteria e sul motore di avviamento. Le parti del motore resistono all'ossidazione del metallo anche a temperature di funzionamento altissime [...]. La vita del motore viene allungata”. Nell’annuncio viene anche riportata la seguente testimonianza: “sono Tramuto Benito-Autoric. Tramuto di Palermo, Ho fornito Eco Ceramic Plus a un professionista il quale lo ha usato su una Honda Civic 1500 cc ottenendo un incremento di potenza del 25% e una diminuzione dei consumi del 15%. Su una moto BMW K 1100 RT ha ottenuto un incremento di potenza del 10%. Tel. [...]”.
    Affermazioni del tutto analoghe sono rinvenibili nel sito Internet www.ecoceramicplus.it diffuso in data 15 novembre 2001. In particolare, compaiono le indicazioni: “Eco Ceramic Plus. Fai felice il tuo motore usa Eco Ceramic Plus. Unico trattamento per motori a base di ceramica liquida”. Anche in questo caso, dopo una descrizione delle modalità di funzionamento del prodotto, vengono elencati i “15 vantaggi traibili dal suo utilizzo”. Infine, anche il sito in questione propone un gran numero di “testimonianze”.


    3. Comunicazione alle parti

    In data 13 dicembre 2001, è stato comunicato all’impresa segnalante e alla società Tecnosint Fluid Control Srl (di seguito anche Tecnosint), in qualità di operatore pubblicitario, l'avvio del procedimento ai sensi del Decreto Legislativo n. 74/92, precisando che l'eventuale ingannevolezza dei messaggi oggetto della richiesta di intervento sarebbe stata valutata ai sensi degli artt. 1, 2, 3, lettera a), del citato Decreto Legislativo, con riguardo alle caratteristiche del bene pubblicizzato ed ai risultati conseguibili con lo stesso.


    4. Risultanze istruttorie

    Nella richiesta di intervento e nelle successive note pervenute in data 18 dicembre 2001 e 2 gennaio 2002, la società A-Team Srl ha sostenuto che il prodotto Eco Ceramic Plus, contrariamente a quanto prospettato nella pubblicità segnalata, non sarebbe l'unico trattamento per motori a base di ceramica liquida. Esisterebbe, infatti, un altro e precedente prodotto a base di ceramica liquida denominato Tec-Flow, realizzato dalla società olandese Stam Automotiv e distribuito in Italia dalla stessa A-Team Srl.
    L’impresa ha prodotto i risultati di analisi chimiche effettuate sul prodotto Eco Ceramic Plus, ad opera del dott. Manlio Caliari, iscritto all'Ordine dei Chimici della Provincia di Verona. In una nota redatta dal medesimo dott. Caliari si legge quanto segue: “da analisi chimiche effettuate nel mese di febbraio 2000 e ripetute nel mese di settembre 2001 sui prodotti nuovi denominati ‘Eco Ceramic Plus’ è stato riscontrato un incremento del silicio fino a quaranta volte il valore di partenza. Sono stati ricercati anche altri metalli che tipicamente rientrano nella famiglia degli additivi e la loro concentrazione è risultata dello stesso ordine di grandezza di oli non additivati, oppure erano assenti. E' presumibile pertanto che determinate specifiche dell’olio in esame, dichiarate, siano riconducibili alla presenza di composti del silicio. Questi possono essere di natura organica oppure inorganica e non è escluso che possano conferire ai prodotti determinate proprietà di cui non siamo a conoscenza. E’ tuttavia improbabile che questi composti possano apportare proprietà lubrificanti significative, tanto decantate nelle correnti forme pubblicitarie, tali da giustificare un aumento di potenza dei motori nei quali vengono impiegati, ed una riduzione dei consumi di carburante in seguito a minori attriti degli organi in movimento”.
    E’ stato inoltre depositato un rapporto relativo a test di ‘banco prova motori’ di una autofficina, che opera anche quale consulente del Tribunale di Verona. Nella nota di commento, viene affermato: “prove effettuate su un banco prova motori con un motore Sierra Cosworth c.c. 2000 anno ‘90 senza problemi tecnici smontato da vettura e messo al banco. Provato rapporto compressione con e senza prodotto-rimane invariato. Non abbiamo rilevato alcuna variazione di coppia, di potenza e di gas di scarico. Visto la nostra esperienza, possiamo confermare che le differenze minime di coppia e potenza trovate possono essere dovute a finiture grossolano di mappatura, in più dobbiamo constatare che ci sembra improbabile che grazie all'impiego del prodotto in questione ci sia la possibilità di aumentare il chilometraggio per litro di carburante usato”.
    La società A-Team Srl ha commentato, in proposito, che nell'ambito del mercato di tali prodotti lubrificanti può ben accadere che l’utilizzo di un lubrificante consenta al motore delle prestazioni più brillanti, anche solo sotto il profilo del risparmio energetico; tuttavia è assolutamente improbabile che il mero impiego di tale lubrificante consenta di migliorare le prestazioni dell'automobile ottenendo un risparmio energetico di 150 Km. per pieno.
    Infine, è stato rilevato che le affermazioni pubblicitarie contestate sono riscontrabili anche in un messaggio apparso sulla rivista Auto nel numero di gennaio 2002.
    L’operatore pubblicitario, nelle proprie memorie pervenute, rispettivamente, in data 20 dicembre 2001 e in data 20 febbraio 2002, a seguito di una richiesta di informazioni ai sensi dell’articolo 6, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 627/96, ha rilevato quanto segue:
    il prodotto Eco Ceramic Plus serve a ridurre l’attrito all’interno del motore. Esso si contraddistingue dagli altri prodotti per la presenza di componenti liquidi contenuti nella ceramica, mentre altri produttori utilizzano materiali diversi, quali molibdeno, grafite, polimeri, ceramica in polvere;
    non è condivisibile l’interpretazione fornita dalla società denunciante ai risultati delle analisi chimiche condotte dal dott. Caliari. Per quanto riportato nel suddetto certificato, si può solamente dedurre la presenza di silice, che è comunque un componente naturale della ceramica;
    le testimonianze riportate nei messaggi sono frutto di dichiarazioni spontanee di clienti che hanno usato il nostro prodotto, ottenendone risultati positivi. I benefici non sono uguali per tutti come dimostrano le stesse testimonianze: il motore che sviluppa più attriti otterrà maggiori vantaggi (100 o più km al pieno), mentre quello che sviluppa meno attriti otterrà minori vantaggi (30, 40 o 50 km in più al pieno);
    la società Tecnosint non ha mai dichiarato quanti km un'auto può fare in più al pieno, in quanto ciò dipende da troppe variabili, alcune inerenti al tipo di motore e altre strettamente legate al soggetto che guida;
    con riguardo all’unicità del prodotto a base di ceramica liquida, il menzionato Tec Flow, prodotto da un’impresa olandese, risulta completamente sconosciuto in Italia. Detto prodotto non risulta essere stato pubblicizzato in Italia, né compare nel sito Internet della società A-Team Srl.
    In allegato alle memorie sono state prodotte dichiarazioni dei soggetti menzionati nei messaggi, tese a confermare la veridicità delle testimonianze riportate.
    In data 26 febbraio 2002, è stato richiesto alla società A-Team Srl, ai sensi dell’articolo 6, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 627/96, di fornire documentazione attestante la commercializzazione in Italia del prodotto Tec Flow negli anni 2000 e 2001, depositando in particolare copia delle fatture di acquisto del prodotto presso la società produttrice Stam Automotiv, delle fatture di vendita alla clientela e di eventuali messaggi pubblicitari riguardanti il prodotto.
    In data 14 marzo 2002, la società segnalante, nel rilevare che sul mercato sarebbero presenti anche altri prodotti a base liquida, ha ribadito che le prove di laboratorio presentate in atti attesterebbero che le componenti liquide utilizzate in Eco Ceramic Plus non offrirebbero alcun vantaggio concreto all’utente finale. A riscontro della richiesta di informazioni, l’impresa ha prodotto un certo numero di fatture di acquisto del prodotto presso la società Stam Automotiv ed una sola fattura di vendita, datata 1997, in cui si fa menzione del prodotto Tec Flow.


    5. Parere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

    Poiché i messaggi oggetto del presente provvedimento sono stati diffusi attraverso la stampa periodica e tramite la rete Internet, in data 17 aprile 2002 è stato richiesto il parere all’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ai sensi dell’articolo 7, comma 5, del Decreto Legislativo n. 74/92.
    Nel parere pervenuto in data 22 maggio 2002, la suddetta Autorità ha osservato che l’operatore pubblicitario non ha dato dimostrazione né riguardo alla pretesa del fatto che il prodotto in argomento sia l’unico a base di ceramica liquida, né rispetto alle caratteristiche di durata dell’efficacia, risparmio, aumento della potenza dei motori e riduzione dei consumi, né alle qualità ecologiche suggerite dal prefisso “eco” apposto al nome e dall’affermazione “assenza di sostanze nocive nei gas di scarico”. Le testimonianze, di dubbia attendibilità, avrebbero funzione confermativa e rafforzativa del claim.
    Per queste ragioni, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha espresso parere nel senso che i messaggi violino il disposto di cui agli artt. 1, 2 e 3 del Decreto Legislativo n. 74/92.


    6. Valutazioni conclusive

    I messaggi pubblicitari in esame evidenziano il fatto che Eco Ceramic Plus è un prodotto “unico” a base di ceramica liquida, il cui utilizzo è in grado di condurre a “15 vantaggi immediati per un risparmio del 30%”. Viene inoltre affermato esplicitamente che, grazie al lubrificante, è possibile percorrere “100 Km in più al pieno!”. Nell’annuncio apparso su Elaborare vengono altresì elencati dettagliatamente i 15 vantaggi prospettati, concernenti una migliore funzionalità del motore.
    I vanti pubblicitari risultano inoltre avvalorati da alcune testimonianze di utilizzatori del prodotto, che segnalano i risultati ottenuti.
    La ragionevole decodifica dei messaggi in questione risulta dunque essere la seguente: Eco Ceramic Plus si differenzia dagli altri lubrificanti in quanto, data la sua peculiare composizione a base di ceramica liquida, è in grado di fornire all’utilizzatore particolari vantaggi, la cui entità è stata misurata (“risparmio del 30%”, “100 Km in più al pieno!”) e sperimentata in concreto da numerosi consumatori.
    Dalle risultanze istruttorie emerge che Eco Ceramic Plus è il marchio che contraddistingue una gamma di lubrificanti impiegabili per ridurre l’attrito all’interno del motore. I positivi effetti sulla funzionalità del motore, e conseguentemente sui consumi, sono riconducibili alla presenza di composti del silicio, componente naturale della ceramica. Essi non sono quantificabili in maniera generalizzata, atteso che, come evidenziato dallo stesso operatore pubblicitario, dipendono da un elevato numero di variabili soggettive e non risultano in ogni caso tali da conferire al prodotto le vantate caratteristiche di ‘unicità’ rispetto agli altri lubrificanti.
    Alla luce delle considerazioni svolte, si ritiene, conformemente con quanto rilevato dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che le affermazioni “unico (trattamento per motori) a base di ceramica liquida”, “risparmio del 30%” e “100 Km in più al pieno” siano tali da indurre in errore i destinatari circa le effettive caratteristiche del prodotto pubblicizzato, pregiudicandone il comportamento economico. Il potenziale pregiudizio per i concorrenti è, poi, in re ipsa: essi non potrebbero non risentire dello sviamento di clientela provocato dall'errore in cui dovessero incorrere i destinatari al momento di orientare le proprie scelte.
    Le testimonianze riportate nei diversi messaggi, che in sé costituiscono dichiarazioni confermate dagli individui menzionati, divengono suscettibili di trarre in inganno i consumatori nella misura in cui, come nel caso di specie, sono associati ad affermazioni tendenti ad attribuire al prodotto una precisa quantificazione delle prestazioni di prodotto, apparentemente estensibili a qualsiasi utilizzatore.
    Da ultimo, non risulta condivisibile quanto sostenuto dall’impresa segnalante, secondo cui l’abbreviazione “eco” farebbe ritenere al consumatore che il prodotto abbia proprietà ecologiche. Infatti, i messaggi in questione sono improntati a sottolineare eminentemente i vantaggi prestazionali ed economici ottenibili dall’uso del prodotto, mentre non viene fornito alcun risalto a presunte caratteristiche di compatibilità ambientale, né tale può essere considerato il semplice riferimento all’assenza di sostanze nocive nei gas di scarico, che rappresenta uno dei 15 vantaggi riferiti al prodotto. Pertanto, in difformità dal parere espresso dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, si ritiene che la semplice denominazione Eco Ceramic Plus non sia tale, nel contesto dei messaggi in esame, da conferire al prodotto specifiche connotazioni di ecologicità.

    RITENUTO, pertanto, in conformità al parere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che i messaggi in questione sono suscettibili di indurre in errore i destinatari in relazione alle caratteristiche del bene pubblicizzato ed ai risultati conseguibili con lo stesso, potendo, per tale motivo, pregiudicarne il comportamento economico e ledere le imprese concorrenti;

    DELIBERA


    che i messaggi pubblicitari descritti al punto 2 del presente provvedimento, diffusi dalla società Tecnosint Fluid Control Srl, costituiscono, per le ragioni e nei limiti esposti in motivazione, una fattispecie di pubblicità ingannevole ai sensi degli artt. 1, 2, e 3, lettera a), del citato Decreto Legislativo, e ne vieta l’ulteriore diffusione.


    L’inottemperanza alla presente delibera è punita, ai sensi dell’articolo 7, comma 9, del Decreto Legislativo n. 74/92, con l’arresto fino a tre mesi e con l’ammenda fino a duemilacinquecentottantadue (2.582,00) euro.

    Il presente provvedimento verrà comunicato ai soggetti interessati e pubblicato nel Bollettino dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

    Avverso il presente provvedimento può essere presentato ricorso al TAR del Lazio, ai sensi dell'articolo 7, comma 11, del Decreto Legislativo n. 74/92, entro sessanta giorni dalla data di comunicazione del provvedimento stesso.


    per trovare l'articolo: http://www.agcm.it/PB.htm, inserire "ceramic" come parola chiave
     

Condividi questa Pagina