Scatta l’obbligo di catene o gomme invernali

Discussione in 'Off-road 4x4' iniziata da Massimiliano Guerra, 6 Nov 2012.

  1. Massimiliano Guerra

    Massimiliano Guerra GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium Editoriale

    Registrato:
    8 Nov 2007
    Messaggi:
    9.104
    "Mi Piace" ricevuti:
    682
    Provincia:
    Roma RM
    Auto ed Allestimento:
    SantaFe CRDi Dinamic Top 4wd - ix20 1.4 MPi Xpossible
    Prendo spunto da un'interessante articolo preso da alvolante.it che si riferisce alle nuove normative per la sicurezza stradale:
    In Italia non esiste una normativa vera e propria che ci obbliga ad equipaggiare le ns. automobili con gomme invernali/termiche, o con catene a bordo nel periodo invernale, bensì la capacità di imporre tale provvedimento a discrezione degli Enti Locali, (L. 120 - 29/7/2010).
    In buona parte la maggioranza dei provvedimenti parte mediamente dal 15 novembre, anche se l'ente ANAS, che gestisce buona parte delle strade Statali italiane ha ritenuto di anticipare tale data già dal 1° novembre, occhio dunque a non incappare nelle sanzioni previste per gli automoblisti che non rispettano tale direttive, visto che le multe variano da 39,00 a 318,00 Euro!

    In molte strade diventerà obbligatorio transitare con gomme invernali montate, o con catene da neve a bordo, dal 15 novembre. Ma non mancano i casi in cui le ordinanze sono già entrate in vigore.

    MANCA CHIAREZZA - In Italia non esiste una normativa nazionale che obblighi a montare gomme invernali o a viaggiare con le catene a bordo, da montare in caso di nevicata: sono gli enti locali o i gestori delle strade a imporle sui rispettivi tratti di competenza (in base alla legge 120 del 29 luglio 2010). Così, lo scorso inverno si è arrivati a circa 200 ordinanze: una bella complicazione per l’automobilista che, nei tratti che si trova a percorrere, può incontrare o meno questi obblighi (che in ogni caso vanno segnalati con appositi cartelli). E neppure sulle date di entrata in vigore dei divieti il panorama è univoco: mentre diversi tratti autostradali della Val d’Aosta l’obbligo, come ogni anno, è scattato il 15 ottobre (e termina il 15 aprile), la maggior parte dei provvedimenti scatta a partire dal 15 novembre. Tuttavia, l’Anas (l’ente che gestisce le strade statali e diversi tratti di autostrada) ha previsto che, su alcuni tratti, si debba transitare “equipaggiati per l’inverno” già dal 1° novembre: sono alcune strade del Senese, dell’Umbria, dell’Emilia-Romagna e della Basilicata. Chi sgarra, oltre mettere a repentaglio la propria e altrui sicurezza, rischia una multa da 39 a 159 euro, se l’infrazione è commessa in città (art. 7 del codice della strada), o da 80 a 318 euro sui tratti extraurbani.

    PER INFORMARVI… PAZIENTATE - Al momento non esiste ancora un elenco completo e dettagliato dei tratti soggetti all’obbligo di transito con gomme invernali o catene a bordo. Per quanto riguarda le strade gestite dall’Anas si potrà fare riferimento al sito www.stradeanas.it. Analogamente, nei prossimi giorni sui siti della polizia di stato (www.poliziadistato.it) e su quello creato dalle associazioni di produttori e di rivenditori di pneumatici (www.pneumaticisottocontrollo.it) saranno raccolte, come negli anni passati, le molte ordinanze locali emesse da regioni, comuni, province e gestori autostradali.
    M+S O “TERMICHE”? - Va ricordato che per gomme invernali il nostro codice considera tutte quelle coperture fornite della marcatura M+S (foto qui sopra, che sta per “mud and snow”, cioè “fango e neve”) sul fianco: quindi anche le cosiddette all season, adatte a più stagioni. Il consiglio, se possibile, è di scegliere delle vere e proprie gomme termiche, che fanno viaggiare più sicuri in caso di nevicate e, più in generale, su asfalto freddo e bagnato. Si riconoscono per il battistrada a lamelle e per il simbolo con il fiocco di neve e la montagna stilizzati (che tuttavia non sono obbligatori). Per quanto riguarda le catene, invece, devono riportare il codice di omologazione CUNA NC 178-01 o ON-V 5117. In alternativa alle catene, si possono usare i “ragni”, mentre le cosiddette “calze da neve” (o fasce di vario genere) non sono omologate, quindi non mettono al riparo dal rischio-contravvenzione.


    [​IMG]

    Fonte: alvolante.it
     
    A MaxKle piace questo elemento.

Condividi questa Pagina