USA: senatori a Obama, nuove regole x esportazione

Discussione in 'Discussioni generiche Hyundai' iniziata da Massimiliano Guerra, 21 Lug 2010.

  1. Massimiliano Guerra

    Massimiliano Guerra GLOBAL MODERATOR
    Membro dello Staff Moderatore Globale Socio Premium Editoriale

    Registrato:
    8 Nov 2007
    Messaggi:
    9.104
    "Mi Piace" ricevuti:
    682
    Provincia:
    Roma RM
    Auto ed Allestimento:
    SantaFe CRDi Dinamic Top 4wd - ix20 1.4 MPi Xpossible
    I numeri di Hyundai cominciano ad essere molto rilevanti, specialmente in USA, addirittura da scomodare il Presidente...

    Secondo quanto riportato dal Detroit News, due senatori democratici USA hanno recentemente scritto all’amministrazione Obama per chiedere di rivedere con urgenza gli accordi commerciali con la Corea del Sud in merito all’esportazione di auto americane nel paese asiatico.

    Lo scopo dell’iniziativa è quello di riportare la bilancia commerciale in una posizione più favorevole alle esportazioni di auto statunitensi: i prodotti Hyundai e Kia stanno letteralmente spopolando Oltreoceano, ma lo stesso non si può dire per quanto riguarda i marchi americani in Corea del Sud.

    Il motivo è che il paese asiatico oppone una rigida barriera alle importazioni di auto straniere, e pur non avendo una particolare avversione verso i prodotti coreani, i due senatori evidenziano come una simile situazione sfavorisca fortemente i produttori nazionali.General Motors non soffre di questa circostanza in quanto nella posizione di proprietaria di Daewoo è libera di muoversi sul mercato coreano. Lo stesso però non si può dire per Ford e Chrysler (che da parte loro lo fanno notare da anni), e in considerazione di questo l’amministrazione Obama ha risposto alla richiesta dei due senatori affermando che presto chiederà al governo coreano di sedere al tavolo delle trattative per rinegoziare i termini del South Korean Free Trade Agreement.


    [​IMG]

    fonte: autoblog.it
     

Condividi questa Pagina